Pubblicato su Il giardino della cultura il 28 luglio 2019

Immerso in un paesaggio incantevole, il Ristorante e Agriturismo Dattilo è frutto del recupero di un frantoio del 1600 ristrutturato con gusto e raffinatezza.

Il ristorante, nato nel 2003, è situato all’interno di una tenuta costituita dall’azienda agricola Ceraudo e da un piccolo resort in stile rustico..

La tenuta Ceraudo sorge nel cuore di Strongoli Marina, la Petelia degli antichi Greci. Il profondo legame con il territorio è impresso nel nome del ristorante, Dattilo, che nella mitologia greca rappresentava un dio minore.

Antesignana dell’agricoltura biologica in Calabria, la Ceraudo azienda impiega i principi biologici e biodinamici nei suoi uliveti secolari, nei vigneti, negli agrumeti e in tutte le altre coltivazioni.

Per la famiglia Ceraudo la ricerca della migliore qualità ha un ruolo fondamentale e va attuata nel pieno rispetto del territorio.

Del resto il sogno di Roberto Ceraudo, proprietario della tenuta, è quello di ricreare il terreno naturale di 100 anni fa.

I suoi prodotti eccellenti e pluripremiati, tra i quali l’ olio extravergine, i vini tra i migliori della Calabria, i delicati agrumi sono ingredienti di qualità, valorizzati dalle sapienti mani e dall’estro della chef Caterina Ceraudo.

Orgoglio del ristorante, Caterina Ceraudo è la più piccola della famiglia ma vanta già molti prestigiosi riconoscimenti, tra i quali il premio speciale Michelin Donna chef 2017.

La sua è una cucina genuina, leggera ed elegante che mira, attraverso un talento culinario straordinario, una tecnica affinata ed enorme passione, a mostrare il sud in una versione più moderna.

Sessanta ettari di paradiso bio, avvolti da una natura aspra e incontaminata, nella tenuta Ceraudo si respira la Calabria più autentica, quella ricca di storia e di amore per la propria terra.

di Virna Cipriani

Foto tratta da dattilo.it